Casa d’Antan

By | Progetto | No Comments

Una piccola architettura degli anni Venti del Novecento nel cuore del quartiere Vanchiglia. Un luogo che ha cambiato forma, abitanti, usi e che si prepara adesso a diventare la casa per una giovane famiglia. Che la trasformazione abbia inizio.

Campus PV13. Abitare e studiare a Torino

By | Progetto | No Comments

Nel cuore del centro storico di Torino, a pochi passi dalle rive del Po, una grande proprietà residenziale. Un progetto di ristrutturazione e riuso degli spazi, da dedicare ad una nuova residenzialità studentesca. Un intervento durato due anni, che ha trasformato gli ambienti originali in un complesso unitario dedicato ai giovani studenti che hanno scelto Torino e le sue università come luogo di studio: spazi comuni e di servizio e dodici camere da letto.

Il Magazzino. Nuovi usi e nuovi spazi da abitare

By | Progetto | No Comments

Uno spazio ad uso magazzino nel cuore di Vanchiglia, il quartiere alle porte del centro storico di Torino che nel corso degli ultimi anni ha attirato creativi, artigiani, fotografi e professionisti di ogni genere, che si sono affiancati agli abitanti di lunga data. Il Magazzino occupa il piano terra di una delle maniche che affaccia verso la corte interna. Il grande ambiente unico è stato diviso in due loft ad uso residenziale.

Download PDF

OAC cambia casa

By | Progetto | No Comments

A partire dal novembre 2017 OfficineAC si trasferisce in via Montebello 6 a Torino. Uno spazio nuovo per nuovi progetti.

OAC + Indigo Studio
via Montebello 6, interno cortile
10124 Torino

Il Magazzino. Un loft per due

By | Progetto | No Comments

Uno spazio ad uso magazzino nel centro storico.
Il progetto di ristrutturazione ha cercato di coniugare l’esigenza di una radicale rifunzionalizzazione dello spazio – da magazzino a residenza – con la volontà di mantenere il più possibile inalterata l’atmosfera originale del luogo soprattutto nelle proporzioni spaziali degli ambienti interni. Il grande ambiente unico è stato diviso in due loft distinti: un primo appartamento più grande, che occupa due delle tre navate esistenti, e un secondo più piccolo a navata singola.
Il loft più piccolo, appena completato, si configura come un unico grande ambiente aperto verso il cortile interno: gli spazi di servizio – cucina e bagno – si concentrano nella parte retrostante della navata, per lasciare posto alla zona giorno che guarda verso la grande apertura vetrata. Al di sopra degli spazi di servizio è stato ricavato un soppalco-arredo che può essere utilizzato anche come zona notte.

Affari di famiglia

By | Progetto, Video | No Comments

Dal Diario di cantiere. La costruzione della parete in legno di abete, che separa la zona giorno dalla zona notte del Magazzino, diventa un affare di famiglia. 1,85 mc di legno, 60 listelli verticali, 215 tozzetti di raccordo, 16 tavolati per il soppalco.

Il gioco degli shangai

By | Video | No Comments

Dal Diario di cantiere. Iniziano i lavori di consolidamento della volta del Magazzino. Si parte con il montaggio del ponteggio al piano inferiore per assicurare i lavori di svuotamento del solaio al piano superiore.

Il Magazzino. Diario di cantiere

By | Progetto | No Comments

L’intervento, partito nell’autunno del 2016, riguarda la rifunzionalizzazione ad uso residenziale di un magazzino all’interno di un edificio ottocentesco in Vanchiglia. L’ambiente unico esistente è caratterizzato da tre grandi navate coperte da altrettante volte in mattoni. Il progetto ha previsto la divisione di questo ampio spazio in due loft: un primo appartamento che occuperà due delle tre navate e un secondo più piccolo che si svilupperà trasversalmente in un’unica navata. Il loft più grande sarà caratterizzato da uno spazio giorno a doppia altezza, che manterrà intatto il volume della navata esistente; a questo ambiente open space si affiancheranno i servizi e la zona notte, separata dal living mediante una parete a lamelle verticali in legno. Il secondo loft si configurerà come un unico grande ambiente aperto verso il cortile interno.

Vigentino. Spazi da abitare sui tetti di Milano

By | Progetto | No Comments

L’intervento ha riguardato la ristrutturazione integrale e il recupero del sottotetto di un edificio della prima metà del Novecento. In particolare l’ampliamento dell’ultimo piano – recentemente completato – ha lavorato sul coronamento dell’edificio: il nuovo volume arretra rispetto al filo costruito sottostante, facendo prevalere la continuità del cornicione esistente. Un unico rivestimento metallico avvolge il volume aggiunto, nella facciata verticale come nella copertura, reinterpretando attraverso l’uso dei materiali il contesto urbano all’interno del quale si colloca l’edificio. Un contesto influenzato dalla compresenza di funzioni legate all’abitare e al lavorare, che diventa tratto tipico e caratterizzante di una certa storia industriale di Milano.